Lot 154
  • 154

Alik Cavaliere

Estimate
40,000 - 60,000 EUR
Sold
bidding is closed

Description

  • Alik Cavaliere
  • Fiore multiplo
  • bronzo
  • cm 179x44x41
  • Eseguito nel 1967

Provenance

Collezione Privata, Milano (acquisito direttamente dall'artista alla fine degli anni Sessanta)

Exhibited

Lodi, Naturarte, Natura e racconto, 1999, p. 25, illustrato
Parma, Galleria Niccoli, Alik Cavaliere, il paradosso della natura, 2001, illustrato
Vasto (Chieti), Musei Civici di Palazzo D'Avalos, Il secondo Novecento in Italia, riferimenti forti, 2002
Pavia, Spazio per le arti contemporanee del Borletto, Alik Cavaliere, nei giardini delle memoria, 2008, p. 53, illustrato
Milano, Fondazione Mudima, Alik Cavaliere, poeta, filosofo, umanista e sculture, anche, 2009

Literature

A. Segala, Le miei sculture sono una regia, in "Epoca", Milano 1982, p. 85, illustrato
G. Cortenova, Alik Cavaliere, racconto mito magia, Venezia 2005, p. 201, illustrato
Elena Pontiggia, Alik Cavaliere, Catalogo delle sculture, Milano 2011, p. 213, n. 349, illustrato a colori

Catalogue Note

"La tecnica usata, di una falsa ricostruzione della natura e l'accoppiamento di più realtà, è necessariamente complessa ed accurata e richiede una minuziosa esecuzione. Ciò [...] per la necessità di far rappresentare alle opere, oltre ad una realtà immediata e oggettiva, una realtà più vasta, più complessa e contraddittoria..."
Alik Cavaliere, in Gillo Dorfles, Intervista con i pittori, in "Marcatrè", nn. 8-10, luglio-settembre 1964

“The technique used, is a false reconstruction of nature and the combination of more than one reality, it is necessarily complex and accurate and its accomplishment demands a meticulous work. This is (…) the outcome of the need to make the works represent, beyond an immediate and objective reality, a wider more complex and contradictory reality…

Alik Cavaliere, in Gillo Dorfles, Intervista con i pittori, in "Marcatrè", nn. 8-10, luglio-settembre 1964

Close