12

Details & Cataloguing

Arte Contemporanea

|
Milan

Leoncillo
1915 - 1968
PIATTO CON CANE
 
Lotto in temporanea importazione artistica.
ceramica smaltata policroma
diam. cm 47,5x7,5
Eseguito nel 1946 circa
Read Condition Report Read Condition Report

Opera registrata presso la GAM-Archivio Leoncillo, Bologna, con il n. 1946/0119/CH03/ASI.
L'opera è accompagnata da certificato su fotografia rilasciato da Enrico Mascelloni e sarà inclusa nel Catalogo Ragionato di prossima pubblicazione.

Exhibited

Faenza, Palazzo delle Esposizioni, Mostra Internazionale della Ceramica, 1989
Roma, Galleria Arco Farnese, Leoncillo, 1990, p. 54, n. 11, illustrato
Londra, Estorick Collection of Modern Italian Art, Terra Incognita: Italy's Ceramic Revival, 2009

Literature

Claudio Spadoni, Leoncillo, Roma 1983, p. 59, n. 18, illustrato
The Hockemeyer Collection. 20th Century Italian Ceramic Art, Trento 2009, pp. 106-107, illustrato a colori

Catalogue Note

Siamo negli anni del risveglio culturale italiano dopo la seconda guerra mondiale, negli ultimi anni della quale Leoncillo ha partecipato attivamente alla Resistenza Umbra. In vena di rinnovamento artistico e alla ricerca di una nuova espressione artistica libera e umana, Leoncillo firma il manifesto del gruppo romano Nuova Secessione Artistica Italiana che nel 1947 diventa il Fronte Nuovo delle Arti. Piatto con Cane segna questo passaggio e il percorso di Leoncillo dal suo linguaggio espressionista figurativo del periodo tra le due guerre al suo periodo neo-cubista della fine degli anni '40. La scultura fortemente gestuale della bestia vivace e feroce tradisce l'affinità dello scultore con la materialità e la plasticità dell'argilla, ovvero il materiale che ha scelto per tutta la sua carriera.

We are in the years of Italy’s cultural awakening following the Second World War during the last years of which Leoncillo actively participated in the Umbrian Resistance.  In the mood of artistic renovation and in search for a new free and human artistic expression, Leoncillo signs the manifesto of the Roman group Nuova Secessione Artistica Italiana which in 1947 becomes the Fronte Nuovo delle Arti. Piatto con Cane marks this passage and Leoncillo’s course from his interwar and wartime figurative expressionist language to his neo-cubist period of the late 1940s. The heavily gestural sculpting of the lively and ferocious beast betrays the sculptor’s affinity with the materiality and plasticity of clay, his material of choice throughout his entire career.

Polychrome glazed terracotta. Executed in 1946 circa.
This work is registered at the GAM-Archivio Leoncillo, Bologna, under the n. 1946/0119/CH03/ASI. 
This work is accompanied by a photo certificate issued by Enrico Mascelloni and it will be published in the forthcoming artist's Catalogue Raisonnée.
This item has been imported under temporary artistic importation licence.

Arte Contemporanea

|
Milan