224
224
Orsini, Fulvio
IMAGINES ET ELOGIA VIRORUM ILLUSTRIUM ET ERUDITOR. EX ANTIQUIS LAPIDIBUS ET NOMISMATIB. EXPRESSA CUM ANNOTATIONIB. EX BIBLIOTHECA FULVI URSINI. ROMA : ANTOINE LAFRERY, 1570 (VENEZIA : PIETRO DEUCHINO, 1570)
Estimate
1,5002,000
LOT SOLD. 4,000 EUR
JUMP TO LOT
224
Orsini, Fulvio
IMAGINES ET ELOGIA VIRORUM ILLUSTRIUM ET ERUDITOR. EX ANTIQUIS LAPIDIBUS ET NOMISMATIB. EXPRESSA CUM ANNOTATIONIB. EX BIBLIOTHECA FULVI URSINI. ROMA : ANTOINE LAFRERY, 1570 (VENEZIA : PIETRO DEUCHINO, 1570)
Estimate
1,5002,000
LOT SOLD. 4,000 EUR
JUMP TO LOT

Details & Cataloguing

Roma. La Biblioteca Sergio Rossetti

|
Milan

Orsini, Fulvio
IMAGINES ET ELOGIA VIRORUM ILLUSTRIUM ET ERUDITOR. EX ANTIQUIS LAPIDIBUS ET NOMISMATIB. EXPRESSA CUM ANNOTATIONIB. EX BIBLIOTHECA FULVI URSINI. ROMA : ANTOINE LAFRERY, 1570 (VENEZIA : PIETRO DEUCHINO, 1570)
Folio (328x227 mm.), 56 tavole incise a piena pagina, frontespizio calcografico figurato in cornice architettonica, molteplici illustrazioni xilografiche e calcografiche, diverse iniziali istoriate e fregi xilografici, testo in carattere romano e corsivo, legatura in piena pergamena coeva, lievi bruniture e macchie marginali, qualche difetto ai margini del frontespizio, difetti e macchie ai piatti, segni di restauro sulla legatura, carte di guardie nuove
Read Condition Report Read Condition Report

Provenance

Sul frontespizio nota di possesso sbiadita: Ex libris Fran[cesco] de Rubeis

Literature

Rossetti 7622; Cicognara 2120; Dekesel O3; Edit 16 CNCE 37885

Catalogue Note

PRIMA EDIZIONE. Opera caposaldo per lo studio dell’iconografia antica di Fulvio Orsini che fu antiquario e bibliotecario per i Farnese a Roma. Le incisioni sono varie e raffigurano statue, monete, busti, iscrizioni: per ognuna di esse viene indicata la collezione di appartenenza mentre i ritratti di personaggi greci e romani, divisi in categorie, sono identificati col sussidio di un'ampia varietà di materiali archeologici conservati in collezioni private e nella personale raccolta di Orsini. Le calcografie provengono dalla bottega di Lafréry mentre le xilografie dalla bottega di Pietro Deuchino.

Roma. La Biblioteca Sergio Rossetti

|
Milan