39
39
Alighiero Boetti
METTERE I VERBI ALL'INFINITO
SIGNED, TITLED, INSCIRBED AND DATED 1978 ON THE FIRST PANEL, SIGNED THE OTHER TWO, BLACK BALL POINT PEN ON PAPER APPLIED ON CANVAS. THIS WORK IS REGISTERED AT THE ARCHIVIO ALIGHIERO BOETTI, ROME, UNDER N. 2482 AND IT IS ACCOMPANIED BY A PHOTO-CERTIFICATE ISSUED BY THE ARCHIVIO ALIGHIERO BOETTI, ROME.
JUMP TO LOT
39
Alighiero Boetti
METTERE I VERBI ALL'INFINITO
SIGNED, TITLED, INSCIRBED AND DATED 1978 ON THE FIRST PANEL, SIGNED THE OTHER TWO, BLACK BALL POINT PEN ON PAPER APPLIED ON CANVAS. THIS WORK IS REGISTERED AT THE ARCHIVIO ALIGHIERO BOETTI, ROME, UNDER N. 2482 AND IT IS ACCOMPANIED BY A PHOTO-CERTIFICATE ISSUED BY THE ARCHIVIO ALIGHIERO BOETTI, ROME.
JUMP TO LOT

Details & Cataloguing

Arte Moderna e Contemporanea

|
Milan

Alighiero Boetti
1940 - 1994
METTERE I VERBI ALL'INFINITO
SIGNED, TITLED, INSCIRBED AND DATED 1978 ON THE FIRST PANEL, SIGNED THE OTHER TWO, BLACK BALL POINT PEN ON PAPER APPLIED ON CANVAS. THIS WORK IS REGISTERED AT THE ARCHIVIO ALIGHIERO BOETTI, ROME, UNDER N. 2482 AND IT IS ACCOMPANIED BY A PHOTO-CERTIFICATE ISSUED BY THE ARCHIVIO ALIGHIERO BOETTI, ROME.
Primo elemento: firmato, intitolato, iscritto e datato 1978; secondo e terzo elemento: firmati  
penna biro nera su cartoncino applicato su tela, tre elementi
cm 70x150,5 (in tre parti)
Read Condition Report Read Condition Report

Opera registrata presso l'Archivio Alighiero Boetti, Roma con il n. 2482

Opera accompagnata da certificato su fotografia rilasciato dall'Archivio Alighiero Boetti, Roma

Provenance

Galleria LP220, Torino
Galleria il Prisma, Cuneo
Acquistato dall'attuale proprietario nel 2001 circa

Literature

Jean-Christophe Ammann, Alighiero Boetti. Catalogo generale, Tomo II, Milano 2012, p. 287, n. 952, illustrato

Catalogue Note

“Le parole hanno il potere di distruggere e di creare. Quando le parole sono sincere e gentili possono cambiare il mondo.”
Siddharta


Boetti è sempre stato più vicino alla poesia che all’arte. Un poeta che nella tanto amata scrittura cerca il senso, quella raison che è rivelatrice d’intuizioni fulminanti e che proietta epifanie dalla simbolica verità. L’alfabeto è in sé potenziale creativo che con le sue infinite combinazioni sembrerebbe riassumere i segreti dell’umanità. L’artista recupera la tradizione calligrafica cinese, fondata sulla tecnica dell’inchiostro, ma rivendica il suo essere occidentale attraverso l’utilizzo della penna a biro, sostituendola al pennello.

“I cinesi dicevano che in un quadro ci deve essere la parte visiva, la calligrafia e la poesia. Nel mio lavoro questi ingredienti ci sono tutti e tre, perché un pittore deve essere anche un buon poeta. (…) la mia è una scrittura sul pensiero che va, che salta, che esalta.” (Alighiero Boetti)



“Words have the power to both destroy and heal. When words are both true and kind, they can change our world.”
Siddharta


Boetti’s work has always stood closer to poetry than to art. A poet who seeks meaning through his beloved writings, that raison which is revealing of life-changing epiphanies of truth. The alphabet itself is packed with creative possibility with its infinite combinations seems to sum up the secrets of humanity. The artist picks up the traditional Chinese technique of calligraphy, based on ink work, but updates its original form by using pen and biro, rather than a paintbrush.

“The Chinese say that in a work of art should contain a visual element, a calligraphic element and a poetical element. In my work all three of these ingredients are present, because a painter must also be a good poet. (…) I write about thought which comes and goes.” (Alighiero Boetti)

 

Arte Moderna e Contemporanea

|
Milan