127
127

DALLA COLLEZIONE LAURA TANSINI, ROMA

Giacomo Manzù
IL PECCATO REDENTO
SIGNED, TITLED AND DATED 1939 ON THE LABEL ON THE REVERSE, BRONZE IN A WOODEN BOX.  THIS WORK IS REGISTERED IN THE FONDAZIONE GIACOMO MANZÙ, APRILIA (LATINA), UNDER N. 44/1990 AND IT IS ACCOMPANIED BY A CERTIFICATE OF AUTHENTICITY SIGNED BY THE ARTIST.
JUMP TO LOT
127

DALLA COLLEZIONE LAURA TANSINI, ROMA

Giacomo Manzù
IL PECCATO REDENTO
SIGNED, TITLED AND DATED 1939 ON THE LABEL ON THE REVERSE, BRONZE IN A WOODEN BOX.  THIS WORK IS REGISTERED IN THE FONDAZIONE GIACOMO MANZÙ, APRILIA (LATINA), UNDER N. 44/1990 AND IT IS ACCOMPANIED BY A CERTIFICATE OF AUTHENTICITY SIGNED BY THE ARTIST.
JUMP TO LOT

Details & Cataloguing

Arte Moderna e Contemporanea

|
Milan

Giacomo Manzù
1908 - 1991
IL PECCATO REDENTO
SIGNED, TITLED AND DATED 1939 ON THE LABEL ON THE REVERSE, BRONZE IN A WOODEN BOX.  THIS WORK IS REGISTERED IN THE FONDAZIONE GIACOMO MANZÙ, APRILIA (LATINA), UNDER N. 44/1990 AND IT IS ACCOMPANIED BY A CERTIFICATE OF AUTHENTICITY SIGNED BY THE ARTIST.
firmato, intitolato e datato 1939 sull'etichetta a retro
bronzo in teca di legno
cm 68,4x48x11
Read Condition Report Read Condition Report

Opera registrata presso la Fondazione Giacomo Manzù, Aprilia (Latina), con il n. 44/1990

L'opera è accompagnata da certificato di autenticità firmato dall'artista

Provenance

Collezione Giovanni Muzio, Milano (ricevuta in dono dall'artista)
Collezione Laura Tansini, Roma (acquistato alla fine degli anni Novanta)
Farsettiarte Prato, 29 novembre 2014, lotto n. 522, Collezione Laura Tansini

Exhibited

Milano, Società per le Belle Arti ed Esposizione Permanente, 50 anni d'Arte a Milano, dal divisionismo ad oggi, 1959
Milano, Palazzo Reale, Arengario e Museo del Duomo, Manzù, mostra antologica, 1988-89, p. 91, n. 54, illustrato a colori

Catalogue Note

Il ricavo della vendita di questo lotto sarà destinato ad attività filantropiche
The sale proceeds for this lot will benefit philanthropic activities

“Là dove la maturità artistica si unisce alla coscienza politica per esprimere la vera religiosità di Manzù, la sua umanità, la pietà per i sofferenti e la comprensione per gli uomini contro gli oppressori è nelle famose Crocifissioni”

Fiorella Minervino

La crocifissione suscita dolore, brutalità, violenza, le quali però non sono che le forme d’espiazione attraverso cui l’anima può affinarsi perdendo tutto quel nero fumo della corruzione terrena e diventare traslucida come gli albori della luna. Saper riconoscere i propri errori, soffrirne e redimersi genera positività e conoscenza. Mai come nella crocifissione è saldo e radicato il concetto di πάθει μάθος. Il dolore ci fa conoscere meglio noi stessi e ancor più il mondo, in un’ottica di apertura verso il domani. Ai piedi del Cristo Eva piange con una smorfia di pentimento che l’autore preferisce non rivelarci, le dà dignità; dalla parte opposta  Adamo è stante volgendo lo sguardo al futuro. È ancora tutto da costruire.

"Where artistic maturity is combined with political consciousness to express the true religiosity of Manzù, his humanity, his piety for the suffering and his understanding of men against oppressors is in the famous Crucifixions"

Fiorella Minervino

Images of the crucifixion evoke pain, brutality, violence, but these are only the forms of expiation through which the soul can be refined, losing the black smoke of earthly corruption and becoming translucent like the dawn of the moon. Knowing how to recognize one's own mistakes, suffering and redemption generates positivity and knowledge. Never as in the crucifixion is the concept of πάθει μάθος firm and rooted. Pain allows us better know ourselves and the world, with a view to opening up to tomorrow. At the feet of Christ, Eve cries out with a grimace of repentance that the author prefers not to reveal to us, lending her dignity; on the opposite side of the painting Adam is standing looking to the future. It is still all yet to be built.

Arte Moderna e Contemporanea

|
Milan