121
121

DALLA COLLEZIONE LAURA TANSINI, ROMA

Renato Guttuso
NATURA MORTA COL BASCO
SIGNED; SIGNED AND DATED 1934 ON THE LABEL ON THE REVERSE, OIL ON CANVAS APPLIED ON CANVAS.
JUMP TO LOT
121

DALLA COLLEZIONE LAURA TANSINI, ROMA

Renato Guttuso
NATURA MORTA COL BASCO
SIGNED; SIGNED AND DATED 1934 ON THE LABEL ON THE REVERSE, OIL ON CANVAS APPLIED ON CANVAS.
JUMP TO LOT

Details & Cataloguing

Arte Moderna e Contemporanea

|
Milan

Renato Guttuso
1912 - 1987
NATURA MORTA COL BASCO
SIGNED; SIGNED AND DATED 1934 ON THE LABEL ON THE REVERSE, OIL ON CANVAS APPLIED ON CANVAS.
firmato; firmato e datato 1934 sul cartiglio a retro
olio su tela applicato su tela
cm 44,5x55
Read Condition Report Read Condition Report

Provenance

Galleria Annunciata, Milano
Asta Christie's Milano, 14 maggio 1987, lotto n. 57
Asta Farsettiarte Prato, 28 novembre 1987, lotto n. 132
Asta Farsettiarte Prato, Collezione Laura Tansini, 29 novembre 2014, lotto n. 525 

Exhibited

Verona, Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea - Palazzo Forti, 1988, Le scuole romane, sviluppi e continuiità, 1927-1988, p. 65, illustrato

Literature

Enrico Crispolti, Catalogo ragionato generale dei dipinti di Renato Guttuso, Milano 1989, vol. 4, p. 79, n. 35/27, illustrato

Catalogue Note

Il ricavo della vendita di questo lotto sarà destinato ad attività filantropiche
The sale proceeds for this lot will benefit philanthropic activities

Nel 1933 Guttuso, riferendosi alla pittura di Picasso, scriveva: ”Se la pittura non penetra l’oggetto e non ne svela le vibrazioni, se non arriva partendo dall’oggetto e dall’osservazione sentimentale di esso alla creazione di un equivalente plastico non si perviene alla poesia, ma si precipita nella fotografia”.  Le parole dell’artista sembrano volerci aiutare a comprendere come Natura morta col basco non rappresenti un fermo immagine, una fotografia, di uno spazio che si colloca nel tempo, ma il processo poetico di rappresentazione filtrata dell’autore.

In 1933, Guttuso wrote in reference to Picasso's painting: "If a painting does not penetrate the object and does not divulge its vibrations, if it does not come from the object and from the sentimental observation of it. The creation of a plastic equivalent does not arrive at poetry, but rushes into photography". The artist's words seem to want to help us to understand how Natura morta con basco does not represent a still image, a photograph, a space that is placed in time, but rather the poetic process of filtered representation of the author.

Arte Moderna e Contemporanea

|
Milan