120
120

DALLA COLLEZIONE LAURA TANSINI, ROMA

Giorgio Morandi
NATURA MORTA
SIGNED AND DATED 1928, PENCIL ON PAPER. THIS WORK IS ACCOMPANIED BY A PHOTO-CERTIFICATE SIGNED BY MARIA TERESA MORANDI AND EFREM TAVONI.
JUMP TO LOT
120

DALLA COLLEZIONE LAURA TANSINI, ROMA

Giorgio Morandi
NATURA MORTA
SIGNED AND DATED 1928, PENCIL ON PAPER. THIS WORK IS ACCOMPANIED BY A PHOTO-CERTIFICATE SIGNED BY MARIA TERESA MORANDI AND EFREM TAVONI.
JUMP TO LOT

Details & Cataloguing

Arte Moderna e Contemporanea

|
Milan

Giorgio Morandi
1890 - 1964
NATURA MORTA
SIGNED AND DATED 1928, PENCIL ON PAPER. THIS WORK IS ACCOMPANIED BY A PHOTO-CERTIFICATE SIGNED BY MARIA TERESA MORANDI AND EFREM TAVONI.

Opera accompagnata da certificato di autenticità su fotografia firmato da Maria Teresa Morandi e Efrem Tavoni

Provenance

Asta Farsettiarte Prato, 2 giugno 1990, lotto n. 110
Collezione Laura Tansini, Roma
Asta Farsettiarte Prato,  Collezione Laura Tansini, 29 novembre 2014, lotto n. 508

Literature

Efrem Tavoni, Morandi. Disegni. Catalogo generale, Milano 1994, p. 42, n. 1928 5, illustrato

Catalogue Note

Il ricavo della vendita di questo lotto sarà destinato ad attività filantropiche
The sale proceeds for this lot will benefit philanthropic activities

“Quei segni sui muri, quelle pennellate sbiadite e un’infinità di oggetti: vecchie caffettiere, bottiglie di ogni tipo, coltelli, fiori di stoffa con petali che si afflosciano sul collo di un vaso. E colori, vernici, diluenti, chiodi, conchiglie, caraffe.”

Franco Basile sullo studio del pittore

Possiamo immaginare che quest’opera provenga da quella camera coperta nella sua interezza da una patina che sovrasta gli oggetti in un rifiutando il presente e trasportando in un passato dalla stoica solidità patrizia. È sorprendente la concentrazione e l’equilibrio di questo disegno che non risente dei limiti del foglio dove rappresenta gli oggetti del suo quotidiano dipingere. Nessun senso di affollamento o di costrizione disturba la composizione in cui ogni oggetto è ritratto con meticolosa resa della realtà. Una realtà metafisica nella cui contemplazione il nostro pensiero va “oltre”.


"Those marks on the walls, those faded brushstrokes and infinite objects: old coffee-makers, bottles of all kinds, knives, fabric flowers with petals that sag on the neck of a vase. And colours, paints, thinners, nails, shells, carafes. "

Franco Basile on the painter's studio

We can suppose that this work comes from that room covered in its entirety by a patina that hangs over the objects, refusing the present and transporting them back to a past of the stoic patrician.

Arte Moderna e Contemporanea

|
Milan