Lot 12
  • 12

Turi Simeti

Estimate
100,000 - 150,000 EUR
bidding is closed

Description

  • Turi Simeti
  • Un ovale nero
  • firmato e datato 68 sul retro
  • acrilico su tela estroflessa
  • cm 90x100

Provenance

Galleria Cadario, Milano
Ivi acquistato dall'attuale proprietario nel 2012

Exhibited

Milano, Galleria Cadario, Turi Simeti, 1968 
New York; Saint-Paul de Vence; Antwerp, De Buck Gallery, A new visual dialogue, 2014, p. 44, illustrato

Catalogue Note

"Nella sua ricerca recente, Simeti porta tutta l'esperienza di quella appena passata. Che già era di rigore, di tentata semplicità, di incasellamento di forme modulari precise, regolari, entro uno spazio ridotto, ma che forse, pur nell'uso di materiali extra-ordinari (nel senso tradizionale), restava ancora troppo connessa (sottoposta) ad un'idea normativa di pittura. Oggi simeti, trasformando quella normatività, adeguandola appunto ad una più sostanziosa modularità, risolve la contraddizione. [...] ne ricava un campo che non è una superficie immobile [...], quanto piuttosto il luogo di un'azione, meglio ancora di un'ipotesi da controllare, la testimonianza di una condizione sperimentale di ricerca che nell'alternarsi del negativo e positivo delle incidenze trova la sua momentanea certezza [...]."

N. Ponente, in Turi Simeti, catalogo della mostra, Galleria Cadario, Milano, 1968

"In his recent research Simeti converges all the experience of the immediately preceding one. which was already rigorous, aimed at simplicity, of dovetailing modular, precise and regular forms, within a reduced space, but which perhaps, in spite of the use of extraordinary materials (in the traditional sense of the term) still remained too linked (subjected) to a governing idea of painting. Today Simeti transforming that governing principle, adapting it precisely to a more substantial modularity, solves the contradiction. the result is a field which is not an immobile surface [...] but rather the stage of an action, or a hypotesis to control, the testimonial of an experimental condition of research which finds its momentary certainty in an alternation of negative and positive incidences [...]."

Close