111
111
Paolo Scheggi
INTERSUPERFICIE ROSSA+GIALLO
SIGNED ON THE LABEL ON THE REVERSE, YELLOW ACRYLIC ON THREE LAYERED CANVASES. EXECUTED IN 1966
ACCÉDER AU LOT
111
Paolo Scheggi
INTERSUPERFICIE ROSSA+GIALLO
SIGNED ON THE LABEL ON THE REVERSE, YELLOW ACRYLIC ON THREE LAYERED CANVASES. EXECUTED IN 1966
ACCÉDER AU LOT

Details & Cataloguing

Arte Moderna e Contemporanea

|
Milan

Paolo Scheggi
1940 - 1971
INTERSUPERFICIE ROSSA+GIALLO
SIGNED ON THE LABEL ON THE REVERSE, YELLOW ACRYLIC ON THREE LAYERED CANVASES. EXECUTED IN 1966
firmato sull'etichetta sul retro
acrilico giallo su tre tele sovrapposte
cm 70,5x50,5x5,5
Eseguito nel 1966
Lire le rapport d'état Lire le rapport d'état

Opera registrata presso l'Associazione Paolo Scheggi, Milano, con il codice APSM052/0013

L'opera è accompagnata da certificato su fotografia rilasciato dall'Associazione Paolo Scheggi, Milano

Provenance

Collezione privata, Milano

Bibliographie

Paolo Curnaccia, Un loft per l'arte, in AD-Rivista internazionale di arredamento, design, architettura, n. 354, novembre 2010, p. 17, illustrato
Paolo Scheggi. The Humanistic Measurement of Space, a cura di Francesca Pola, catalogo della mostra, Milano 2014, fig. 95, pp. 105, 182, r.c., illustrato
Paolo Scheggi, in "Wall Street International", 24 settembre 2015, pp. 21, 61, r.c.
Luca Massimo Barbero, Paolo Scheggi. Catalogue raisonné, Milano 2016, n. 66 T 31, p. 266, illustrato

Description

L'attestato di libera circolazione è stato richiesto per questo lotto. Sotheby's non è responsabile per il rilascio del medesimo. Per il ritiro del lotto si prega di riferirisi al dipartimento.

An export licence has been requested for this lot. Sotheby's is not responsible and cannot guarantee that the export licence will be granted. For the release of the lot, please refer to the department.

“Credo, come affermavo sin dall’inizio, che non ci si debba porre il quesito di che cosa Scheggi avrebbe potuto realizzare se fosse vissuto più a lungo. Ritengo davvero che il breve percorso del Suo operare abbia dato vita ad un gruppo di lavori che, sin dai primissimi tentativi, rivelano un grado eccezionale di maturità come del resto le ultime “azioni” e le ultime performance stavano ad indicare un nuovo cammino che doveva divenire imperante nell’immediato futuro e di cui la sensibilità di Paolo aveva intuito il prossimo manifestarsi.”

Gillo Dorfles, Milano, Settembre 2002

 “I believe, as I stated from the start, that we should not ask the question of what could have Scheggi achieved if he would have lived longer. I consider that the short path of his actions gave life to a group of works which, right from the beginning, revealed themselves to be extremely mature as well as his last “performaces” were indicating a new direction that could have become relevant in the immediate future of which Paolo had guessed its imminent manifestation.”

Arte Moderna e Contemporanea

|
Milan