32
32

LUCIO FONTANA E OSVALDO BORSANI DA UNA RESIDENZA MILANESE

Lucio Fontana
DECORAZIONE PARETE: ARLECCHINI
COLORED PLASTER. EXECUTED IN 1954. THIS WORK IS REGISTERED IN THE FONDAZIONE LUCIO FONTANA, MILAN, UNDER N. 3632/2 AND IT IS ACCOMPANIED BY A PHOTO-CERTIFICATE ISSUED BY THE FONDAZIONE LUCIO FONTANA, MILAN.
JUMP TO LOT
32

LUCIO FONTANA E OSVALDO BORSANI DA UNA RESIDENZA MILANESE

Lucio Fontana
DECORAZIONE PARETE: ARLECCHINI
COLORED PLASTER. EXECUTED IN 1954. THIS WORK IS REGISTERED IN THE FONDAZIONE LUCIO FONTANA, MILAN, UNDER N. 3632/2 AND IT IS ACCOMPANIED BY A PHOTO-CERTIFICATE ISSUED BY THE FONDAZIONE LUCIO FONTANA, MILAN.
JUMP TO LOT

Details & Cataloguing

Arte Moderna e Contemporanea

|
Milan

Lucio Fontana
1899 - 1968
DECORAZIONE PARETE: ARLECCHINI
COLORED PLASTER. EXECUTED IN 1954. THIS WORK IS REGISTERED IN THE FONDAZIONE LUCIO FONTANA, MILAN, UNDER N. 3632/2 AND IT IS ACCOMPANIED BY A PHOTO-CERTIFICATE ISSUED BY THE FONDAZIONE LUCIO FONTANA, MILAN.

Opera registrata presso la Fondazione Lucio Fontana, Milano, con il n. 3632/2

L'opera è accompagnata da certificato su fotografia rilasciato dalla Fondazione Lucio Fontana, Milano

Provenance

Commissionato direttamente all'artista dalla famiglia dell'attuale proprietario

Catalogue Note

«Lucio Fontana, già prima che Picasso venisse di moda, si era orientato con le sue sculture verso la ceramica: ma in questo caso non è l’immagine dipinta ad avere valore, è l’evocazione di ambienti spaziali. Non è la gioia del colore puro, che in fondo trova origine nella pittura dei Fauves […] ma di ambienti spaziali che si ricollegano a uno spirito barocco nel migliore significato. […] Le ceramiche di Fontana decorano pareti, si ambientano nelle case: non sono soprammobili che possono essere spostati a piacere, hanno un loro posto nell’ambiente. Sono la vera decorazione: tendono quindi all’arte pura».

“Even before Picasso became fashionable, Lucio Fontana was inspired by his sculptures to make ceramics: in this particular example, though, it is the painted image that has value since it is the evocation of environmental spaces. It is not simply the joy of pure colour which finds its roots in the paintings of the Fauvists […] but in the environmental spaces which hark back to a Baroque aesthetic in the best possible way […] Fontana’s ceramics decorate walls, they arrange themselves throughout domestic spaces: they are not merely decorative objects that can be repositioned according to one’s whim, they hold their own in the environment. They are real ‘decorations’ and as such they are more easily classed as pure art.”


Guido Ballo

Arte Moderna e Contemporanea

|
Milan