31
31
Lucio Fontana
CONCETTO SPAZIALE, ATTESA
SIGNED, TITLED, DEDICATED AND INSCRIBED ON THE REVERSE, WATERPAINT ON CANVAS. EXECUTED IN 1964
JUMP TO LOT
31
Lucio Fontana
CONCETTO SPAZIALE, ATTESA
SIGNED, TITLED, DEDICATED AND INSCRIBED ON THE REVERSE, WATERPAINT ON CANVAS. EXECUTED IN 1964
JUMP TO LOT

Details & Cataloguing

Arte Moderna e Contemporanea

|
Milan

Lucio Fontana
1899 - 1968
CONCETTO SPAZIALE, ATTESA
SIGNED, TITLED, DEDICATED AND INSCRIBED ON THE REVERSE, WATERPAINT ON CANVAS. EXECUTED IN 1964
firmato, intitolato, dedicato e iscritto sul retro: l.fontana/”Concetto Spaziale/ATTESA/Pour Pierre/l.fontana/che bel colorino/mi piace…
idropittura su tela
cm 46x38
Eseguito nel 1964
Read Condition Report Read Condition Report

Provenance

Galerie Pierre AB, Stoccolma (regalo dell'artista)
Studio Marconi, Milano
Ivi acquistato dal padre dell'attuale proprietario nel 1977

Literature

Enrico Crispolti, Lucio Fontana. Catalogue Raisonné, Bruxelles 1974, vol. II, pp. 154 e 155, illustrato
Enrico Crispolti, Lucio Fontana. Catalogo generale, Milano 1986, vol. II, p. 526, illustrato
Enrico Crispolti, Lucio Fontana. Catalogo ragionato di sculture, dipinti, ambientazioni, Milano 2006, vol. II, p. 716, n. 64 T 61, illustrato

Catalogue Note

L'opera è accompagnata da attestato di libera circolazione 
An export licence is available for this lot

L'opera è accompagnata da certificato di autenticità su fotografia rilasciato dall'Archivio Lucio Fontana il 22 febbraio 1974


L’atto con cui Lucio Fontana tagliò le sue tele è stato definito da parte della letteratura un atto violento con cui l’artista riuscì a liberare la tela dalla propria bidimensionalità per dare vita ad una serie di possibilità artistiche fino ad allora inesplorate. Fontana è stato pertanto reputato e studiato come uno dei maggiori artisti del Novecento, in quanto capace di eliminare “il confine tra la pittura e la scultura” (Eliseo Mattiacci in Sergio Casoli e Elena Guena, Fontana Luce e colore, mostra del di Genova Palazzo Ducale, 2008-2009, p. 124). Sicuramente meno discusso è stato Fontana uomo, erede di tradizioni culturali latino-americane ed italiane, certamente differenti, ma accumunate dalla spensieratezza e dalla positività. Ecco quindi che questo quadro, elegante taglio verticale del 1964, rimanda al Fontana uomo, ancora prima del Fontana artista e ci conduce a riflettere su due caratteristiche che hanno il valore di archetipo per il maestro: la gentilezza e la simpatia.

Pour Pierre, l. fontana, che bel colorino mi piace

Un Contetto spaziale che ha quindi il sapore dell’intimità, dell’amicizia e del rispetto che Fontana aveva nei confronti di Pierre, ovvero Pierre Lundholm, importante gallerista svedese cha aprì le porte della Svezia alla avanguardie centro-europee ed americane della seconda metà del ‘900. Lundholm, che con Fontana collaborarà a lungo curando, per esempio, una mostra personale sull’artista nella propria galleria nel 1967, fu anche il gallerista a cui Fontana affidò il celebre Concetto Spaziale di colore bianco, ventitrè tagli, venduto da Sotheby’s Londra nel febbraio 2015. Proprio lo stretto legame che univa Fontana a Lundholm potrebbe inoltre spiegare la scelta del colore di questa tela, fucsia, così raro nel corpus dell’artista e conseguentemente dall’alto volore simbolico. Un bel colorino, appunto, una rarità, proprio come spetta agli amici più cari.


Fontana’s slashing of the canvases has been defined by literature as a violent act in which the artist succeeded in freeing the painting from his bidimensionality in order to give life to a new series of artistic possibilities until then unexplored. For this reason and many more, Fontana is considered one of the greatest artists of the twentieth century as he was able of abolishing “the boundary between painting and sculpture” (Eliseo Marriacci in Sergio Casoli e Elena Guena, Fontana Luce e colore, Exhibition Genova Palazzo Ducale, 2008-2009, p. 124). Surely less discussed has been Fontana uomo, heir of Latin American and Italian cultural values, different but with the same light heartedness and positivity. This painting, elegant vertical Taglio executed in 1964 actually gives us the possibility to admire the Fontana uomo making us reflect on the two characteristics that have always had such importance for the artist: kindness and congeniality. 

Pour Pierre, l. fontana, che bel colorino mi piace… (Pour Pierre, l. Fontana, what a nice colour I like it.)

This Concetto Spaziale shows a touch of intimacy, friendship and respect that Fontana demonstrated for Pierre, Pierre Lunhold, important gallerist that opened the doors of Sweden to the central-European an American avant-garde of the second half of the ‘900. Lunhold numerously collaborated with Fontana curating, for example, a solo exhibition of the artist in his gallerist in 1967 and to whom the Argentinian-Italian artist have custody of the celebrated white Concetto Spaziale with twenty-three slashes, sold at Sotheby’s London in February 2015. It is this close friendship that have joined Fontana to Lunhold that could also explain the colour choice of this canvas, fuchsia, so unique in the artist’s oeuvre and consequently of high symbolic value. Un bel colorino (a nice little colour), indeed, a rarity, which appertain only to the dearest friends.

Arte Moderna e Contemporanea

|
Milan