29
29
Arnaldo Pomodoro
SFERA
SIGNED, NUMBERED 6/6 AND DATED 1976, BRONZE
JUMP TO LOT
29
Arnaldo Pomodoro
SFERA
SIGNED, NUMBERED 6/6 AND DATED 1976, BRONZE
JUMP TO LOT

Details & Cataloguing

Arte Moderna e Contemporanea

|
Milan

Arnaldo Pomodoro
N. 1926
SFERA
SIGNED, NUMBERED 6/6 AND DATED 1976, BRONZE
firmata, numerata 6/6 e datata 1976
bronzo
diam. cm 30
Eseguito nel 1976 in 6 esemplari più una prova d'artista, questo il 6/6
Read Condition Report Read Condition Report

Provenance

Galerie Stutz, Zurigo
Collezione Don Inocente Palacios, Venezuela (acquistato a Zurigo nel 1977)
Collezione Jorge Jabaile, Venezuela
Ivi acquistato dall'attuale proprietario nel 1999

Literature

Flaminio Gualdoni, Arnaldo Pomodoro. Catalogo ragionato della scultura, vol. II, Milano 2007, p. 591, n. 590, illustrato

Catalogue Note

Le sfere sono prima di tutto forme perfette, magiche: io le spacco per cercare i loro stati di fermentazione interna, misteriosi e vivi, mostruosi e puri.  Ho creato un contrasto fra le parti lisce e lucidate, una tensione discorde, una completezza fatta di cose che sono incomplete. Questo atto è un modo per liberare me stesso da una forma assoluta. Distruggerla. Ma anche moltiplicarla. La scultura per me è un processo di scavo e rilievo, senza definire uno spazio e senza stabilire un centro.

The spheres, are first of all perfect, magical forms and I break them apart to search out their states of internal fermentation, mysterious and alive, monstrous and pure; I set up a contrast to their smooth and polished parts, a discordant tension, a completeness made out of things that are incomplete. This very same act is a way of freeing myself from an absolute form. I destroy it. But also multiply it. Sculpture for me is a process of excavation and relief, without defining a space, and without establishing a centre.

Arnaldo Pomodoro in Giovanni Carandente, Arnaldo Pomodoro, The Hakone Open air Museum, Japan 1994, p. 24

Arte Moderna e Contemporanea

|
Milan