27
27

OPERE DA UNA COLLEZIONE PRIVATA ROMANA, LOTTI 27 - 28

Enrico Castellani
SUPERFICIE BIANCA
SIGNED, TITLED AND DATED 1970 ON THE STRETCHER, ACRILYC ON SHAPED CANVAS
JUMP TO LOT
27

OPERE DA UNA COLLEZIONE PRIVATA ROMANA, LOTTI 27 - 28

Enrico Castellani
SUPERFICIE BIANCA
SIGNED, TITLED AND DATED 1970 ON THE STRETCHER, ACRILYC ON SHAPED CANVAS
JUMP TO LOT

Details & Cataloguing

Arte Moderna e Contemporanea

|
Milan

Enrico Castellani
N. 1930
SUPERFICIE BIANCA
SIGNED, TITLED AND DATED 1970 ON THE STRETCHER, ACRILYC ON SHAPED CANVAS
firmato, intitolato e datato 1970 sul telaio
acrilico su tela estroflessa
cm 104x120
Read Condition Report Read Condition Report

Opera registrata presso l'Archivio Castellani, Milano, con il n. 70-024 

L'opera è accompagnata da certificato su fotografia rilasciato dall'Archivio Castellani, Milano

Provenance

Galleria dell'Ariete, Milano 
Galleria del Cortile, Roma
Ivi acquisito dall'attuale proprietario nei primi anni Settanta

Catalogue Note

Lo spirito di geometria dà forma alla totalità della ricerca artistica e si esplicita più propriamente là dove con maggiore rilevanza è recepita la crisi di valori obsoleti: quelli spurii e caduchi legati a mitologie antiche e quelli, duri a morire, di vitalismi neoplastici. In un caso le forme geometriche sono luogo di inconfessate violenze o pretesto per fughe deliranti, nell'altro sono oggetto di mistiche infatuazioni o strumento di affermazioni tautologiche. Fra l'uso improprio e strumentale, la ritrattistica e la tautologia esiste uno spazio per interventi sulle forme geometriche che, attivandone le proprietà semantiche non ne violentino il loro essere in quanto tali: può essere quello dell'analisi comparata di loro peculiarità a partire dall'applicazione metodica di topologemi elementari.

The spirit of geometry gives shape to the whole artistic research and is more properly understood where is more acknowledged the crisis of old values: those spurious and lapse linked to ancient mythologies and those, die-hard, of neoplastic dynamism.  In one case, the geometric shapes are place of hidden violence or the pretext for delusional escapes, in the other they are mystical infatuations or tautological statements tool. Between misuse and instrumental, portraiture and tautology, there is space for interventions on geometrical shapes capable to activate their semantic properties without abuse their essence: this is the comparative analysis of their characteristics starting from the methodical application of elementary topologemi.

Lo spirito di geometria..., in Enrico Castellani. Quattro stampe in rilievo, cartella contenente quattro opere, tiratura 50 esemplari, Edizione Atelier Lafranca, Locarno 1976

Arte Moderna e Contemporanea

|
Milan